Libri

 

Medico partigiano

 di Reuven Ravenna

 

Tante volte Michele Tagliacozzo, fonte preziosa di notizie sull’ebraismo romano, e in particolar modo del tempo dell’occupazione nazista e della Resistenza, mi parlò del Dott. Mosè Di Segni, il medico partigiano, medaglia d’argento al valor militare. Un libro, appena uscito, ci presenta, per così dire, a tutto tondo, questa figura luminosa già tenente medico della C.R.I., scacciato dall’esercito come dall’ospedale Lazzaro Spallanzani da pediatra in seguito alle leggi razziste, che, arruolatosi in un battaglione di combattenti della Libertà in provincia di Macerata, dove si era rifugiato sfuggendo alla retata del 16 ottobre ’43, assieme alla moglie e ai due figlioletti, alternò la cura dei feriti con il ricorso alle armi, all’occorrenza partecipando direttamente ad azioni belliche. Il Memoriale che egli scrisse a liberazione avvenuta ci fa rivivere senza retorica la cronaca cruenta di una lotta senza quartiere tra forze contrapposte, in disparità numerica e per dotazioni di mezzi bellici, un susseguirsi di scontri, di rastrellamenti, di sabotaggi ai danni del nemico soverchiante. Organizzando un Servizio Sanitario, in “un’opera incessante, amore­vole, efficace, per l’assistenza dei malati e dei feriti”, come scrisse il Comandante del “Battaglione Mario”, Mario Depangher, proponendo la medaglia a Mosè Di Segni. Dagli scritti dei figli e di chi lo conobbe in quei drammatici giorni vengo a conoscenza di un ebreo che in momenti cruciali mostrò tutta la sua umanità verso i suoi simili, unendo in un unicum la coscienza professionale con un sentimento di ebraicità che, come apprendo nelle note biografiche famigliari, risaliva a frequentazioni giovanili con i protagonisti della Rinascita Ebraica fiorentina e in precedenza con il gruppo attorno ad Enzo Sereni. Ideali trasmessi alla sua discendenza, che, dopo decenni , è stata onorata in commovente, memore riconoscenza nei luoghi dell’azione del padre, in un abbraccio ideale che ha affratellato, come allora, uomini di fedi diverse in un possente slancio di humanitas.

Reuven Ravenna

 

Mosè Di Segni, medico partigiano - Memorie di un protagonista della Guerra di Liberazione (1943-1944), Edizioni della Riserva naturale regionale Del Monte San Vicino e del Monte Canfaito, a cura di Luca Maria Cristini, San Severino Marche, 2011

 

    

Share |