Israele

 

Comunicato Stampa

 Seconda riunione plenaria del COM.IT.ES. d’Israele

 

Gerusalemme, 30 maggio 2010

Si è tenuta il 28 maggio presso la Casa d’Italia [Beit Wizo ha-Italia] a Giaffa, la seconda riunione plenaria del Direttivo del Com.It.Es. d’Israele; presenti quasi tutti i componenti del Direttivo, alla presenza del sig. Giuseppe Capitanelli in rappresentanza dell’Ambasciata d’Italia in Israele.

Sono stati trattati tutta una serie di argomenti e di questioni e tra queste il rinvio delle elezioni dei Com.It.Es. al 31 dicembre del 2012, le problematiche della lingua italiana e i progetti dell’Ambasciata d’Italia insieme al Ministero dell’Istruzione israeliana di introdurre la lingua italiana come materia di insegnamento facoltativa nella scuole del paese e come materia aggiunta per gli esami di maturità. Tra l’altro si è anche parlato della messa in opera dell’Accordo da poco firmato tra Italia e Israele in materia di sicurezza sociale, e per questo vi saranno nelle settimane future degli incontri con l’avvocato Sasporte dell’Ente di Israele per l’Assicurazione Sociale che potrà spiegare come all’atto pratico si realizza l’esecuzione di tale Accordo a favore di coloro che ne hanno diritto. Si è anche trattato nuovamente delle problematiche che incontrano in Italia gli anziani connesse con il ricevimento dell’Assegno di Benemerenza; è stato nominato il sig. Sandro Di Castro di Haifa come responsabile per l’ottenimento di informazioni più dettagliate dalle varie istituzioni locali, e tra queste la Claims, per ricevere delle agevolazioni destinate agli anziani e in special modo a coloro che furono riconosciuti perseguitati razziali.

Si è anche deciso di organizzare ancora nell’anno in corso e nel 2011 degli incontri regionali del Com.It.Es., e tra queste zone è stata scelta la zona centrale (Tel Aviv e città limitrofe) e in un secondo tempo, Gerusalemme.

I presenti alla riunione hanno anche trattato alcune questioni connesse con i nuovi cittadini italiani che acquistano la cittadinanza in seguito a matrimonio, su come cercare di coinvolgerli alla vita culturale della collettività italiana, ed in particolar modo per quanto concerne l’insegnamento della lingua italiana, ed anche sulla necessità di ricevere dai diversi Consolati degli aggiornamenti statistici aggiornati sulla composizione della collettività.

Pur essendo stato invitato da parte dell’on. Massimo Romagnoli del C.G.I.E. all’incontro dei Com.It.Es. che si sta tenendo in questi giorni a Francoforte, il Presidente del Com.It.Es. d’Israele B. Lazar non vi ha potuto partecipare, tenendo anche presente il breve preavviso (3 giorni) con il quale è giunto l’invito.

Il Com.It.Es. ha anche trattato le lamentele di alcuni agricoltori di origini italiane che si sono visti direttamente colpiti dalle forme di boicottaggio di prodotto israeliani adottate ultimamente da alcune Coop italiane.

Viene tra l’altro molto apprezzato il lavoro che il Com.It.Es. sta facendo, grazie anche alla sua valida ed ampia mailing list, sia per quanto concerne la diffusione di notizie su tutto il territorio, ma anche per quanto concerne l’offerta di possibilità di lavoro ai connazionali italiani.

Il Com.It.Es. d’Israele ha anche apprezzato molto la notizia che alla Cerimonia del 2 Giugno che si terrà presso la Residenza dell’Ambasciatore d’Italia a Ramat Gan, verrà consegnata l’onorificenza concessa dal Presidente Giorgio Napolitano della Stella della Solidarietà italiana con il titolo di Cavaliere al signor Bruno Di Cori da oltre venti anni Presidente del Fondo Anziani Italiani Bisognosi, e ciò su proposta dell’Ambasciatore Luigi Mattiolo.

All’indomani della riunione del Com.It.Es., una delegazione dello stesso Com.It.Es. ha avuto un cordiale e fruttifero incontro di lavoro con l’Ambasciatore d’Italia Luigi Mattiolo presso l’Ambasciata d’Italia a Tel Aviv, presenti anche il Consigliere Gloria Bellelli e la dott.ssa Simonetta Della Seta.