UCEI

 

Gattegna riconfermato Presidente

 

Il Parlamentino dell’ebraismo italiano si è riunito per la sua prima volta il 1 luglio. I 52 Consiglieri eletti o designati in rappresentanza di tutte le 21 Comunità ebraiche italiane e dell’Assemblea Rabbinica Italiana hanno dato il via a una nuova fase della storia dell’ebraismo italiano per la maggior rappresentatività e democraticità che il nuovo organismo in teoria dovrebbe garantire. Al vertice dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane per il prossimo quadriennio è stato riconfermato il presidente uscente Renzo Gattegna.

“Ritengo - ha spiegato Gattegna nel presentare il proprio piano di governo - che ci siano le condizioni e che come ebrei italiani abbiamo acquistato la forza sufficiente per abbattere una volta per tutte i pregiudizi e le discriminazioni e uscire definitivamente dalla condizione di gruppo perseguitabile impunemente e diventare invece il popolo simbolo della sconfitta del razzismo sotto qualsiasi forma.

Lavorerò intensamente per la creazione di organi rappresentativi all’interno dei quali tutte le forze siano adeguatamente presenti. A questo intendo puntare con forza e determinazione, offrendo a tutti la possibilità di donare alle comunità la propria intelligenza, la propria professionalità, il proprio talento”.