Storie di ebrei torinesi

 

 

 

La biblioteca "Emanuele Artom"

 

Lea Voghera Fubini ha diretto fino allo scorso marzo la Biblioteca Emanuele Artom della Comunità di Torino per 35 anni, a partire dal 1984, dopo aver collaborato con la direttrice Giulia Colombo Diena. Lea in tutti questi anni ha lavorato assiduamente come volontaria nella schedatura, nell’organizzazione, nella scelta dei libri da acquistare e per la connessione della Biblioteca col Sistema Bibliotecario Nazionale. La Biblioteca nel ’72, in seguito alla ricostruzione della Comunità, era ospitata in due locali nei sotterranei del Tempio, accanto al Tempio piccolo. In seguito i due locali sono stati unificati nell’attuale sala del Centro Sociale, che ha subito diverse ulteriori trasformazioni, con raddoppio del patrimonio librario e nuovi scaffali che hanno comportato laboriosi traslochi. Nei primi tempi hanno validamente collaborato con Lea le sorelle Nella e Lia Errera, Alba Luzzatto Levi, Ettore Nacamuli, e da anni Simonetta Luzzati, Francesca Lolli e Daniela Passigli. La Comunità Ebraica di Torino non ha mai lesinato finanziamenti per l’acquisto di nuovi libri, nuove attrezzature e scansie. Il patrimonio librario è in continua crescita, e ciò comporta la necessità di periodici ampliamenti.

 

Share |