Israele - libri

 

 

 

Il mare di Gerusalemme

 

di Paola De Benedetti

 

Luca Colombo inviandocene una copia come “omaggio del traduttore” ci ha fatto conoscere questa raccolta di brevi novelle di diciotto scrittori israeliani, pubblicata in Italia nel gennaio 2017.

Sono scritti molto diversi tra loro per stile, per contenuto, per la capacità e il modo di coinvolgere il lettore, uniti sia dalla brevità della narrazione sia dall’essere tutti collocati in ambiente israeliano. Ci sono racconti toccanti, quale quello che dà il titolo alla raccolta (un marito accompagna la moglie, malata di Alzhaimer, a cercare - e a credere di aver trovato - il mare a Gerusalemme), o il figlio che accompagna il padre, malato terminale, a Parigi per ascoltare per la prima e l’ultima volta Bruce Springsteen, o la storia della mucca Virginia che riconcilia la madre con il figlio emigrato negli USA. Ci sono racconti stranianti, surreali quale quello di Etgar Keret, o divertenti come il racconto in cinque momenti a ritroso nel tempo di incontri con un amico d’infanzia “criminale disorganizzato”. C’è un racconto in stile popolare yiddish, uno sull’immigrazione dall’Etiopia nel racconto di una bambina e molto altro ancora, da leggere con interesse e piacere.

Chiudono la pubblicazione un saggio di Yigal Schwartz sul “racconto breve”, e una breve nota biografica sugli autori.

La raccolta è stata compilata in ricordo di Ofra Eligon, giornalista e scrittrice di racconti; l’ultima novella, quella in stile yiddish, è sua.

 

Paola De Benedetti

 

Il mare di Gerusalemme - 18 scrittori israeliani raccontano, traduzione di Luca Colombo, Stampa alternativa Banda Aperta srl, 2017, pp. 290, € 18

 

 

Share |