Primo Levi

 

Il Centro Internazionale Primo Levi

di Fabio Levi

 

Il 9 novembre è stato presentato alla stampa il Centro Internazionale di Studi Primo Levi, costituito nell’aprile 2008 da Città e Provincia di Torino, Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo, Comunità ebraica di Torino, Fondazione per il libro la cultura e la musica e dai figli di Primo Levi. In particolare è stato illustrato il suo sito, <www.primolevi.it>, attraverso il quale è possibile accedere - in italiano e in inglese - al vasto materiale sinora raccolto sullo scrittore torinese e alla ricca bibliografia on line, che sarà regolarmente aggiornata d’ora in avanti per rispondere alle esigenze del pubblico italiano e internazionale. Nella stessa occasione è stato presentato il ricco patrimonio bibliografico raccolto dal Centro e disponibile per i lettori presso la biblioteca dell’Istituto Piemontese per la storia della Resistenza in Piemonte di via del Carmine 13, due piani sopra la sede del Centro.

Il giorno successivo, il 10 novembre, nell’aula magna del Dipartimento di Chimica dell’Università di Torino si è poi tenuta la prima edizione della Lezione Primo Levi, un’iniziativa che verrà riproposta ogni anno con un’attenzione particolare al pubblico giovanile. Il relatore Robert Gordon, dell’Università di Cambridge, ha parlato sul tema: ‘“Sfacciata fortuna” (Se questo è un uomo): la Shoah, il caso e l’uomo normale’. Il testo della lezione verrà pubblicato prossimamente in italiano e in inglese dall’editore Einaudi. La discussione fra Robert Gordon e due classi del liceo Massimo d’Azeglio di Torino, tenutasi il giorno successivo alla lezione, sarà invece disponibile nelle prossime settimane sul sito del Centro.

Sul sito compariranno anche via via notizie relative alle iniziative che verranno prese in Italia e all’estero intorno alla figura di Primo Levi. Così come verranno aggiornate le pagine tematiche e la bibliografia on line. Più in generale il Centro si propone di arricchire progressivamente il patrimonio di testi scritti e audiovisivi, nonché di raccogliere tutte le carte e i materiali utili ad uno studio approfondito dello scrittore torinese. Questo per favorire e facilitare un approccio adeguato alla sua opera e alla sua figura da parte di un pubblico che sappiamo essere molto vasto: in Italia e all’estero, fra gli studiosi e fra tutti coloro che hanno avuto - e avranno in futuro - occasione di apprezzarne le doti di testimone, di scrittore e di intellettuale.

Nel perseguire i suoi obiettivi il Centro sarà molto grato a tutti coloro che vorranno offrire la loro collaborazione. L’indirizzo mail è: info@primolevi.it.

Fabio Levi